+ L'Allevamento - Sacro di Birmania Grisen | Allevamento amatoriale gatto Birmano in Trentino Alto Adige

Nel 2008, visto che nostra figlia Maria voleva un gatto, abbiamo comperato Albafeles Odino, il primo gatto Sacro Birmano, di color seal tabby point, proveniente dall’allevamento Albafeles di Milano. È un gatto particolarmente buono ed è così bello da essersi conquistato la prima nomination nella classifica dell’Esposizione Nazionale felina di Mantova del 2009.

Anche noi siamo stati magicamente rapiti dagli occhi blu profondo del Gatto Sacro di Birmania e ci siamo sempre più affezionati al nostro fedele Odino: è dolcezza, compagnia, affetto, sensibilità , tenerezza, divertimento.
Nel 2009 abbiamo deciso di affiancargli una gattina, Albafeles Petunia, splendido felino dal colore blue-point. Ma, come dice il detto: “non c’è due senza tre”, pertanto dal 2010 è con noi anche Albafeles Rumba, amorevole gatta di color lilac.
Petunia ha già avuto tre cuccioli, uno dei quali, Grisen Sansone è tuttora in casa nostra.
Naturalmente non possiamo continuare ad aumentare il numero dei gatti, per cui siamo intenzionati a cedere i cuccioli che in futuro nasceranno.
Se siete interessati a questa particolare razza di gatti dagli occhi blu scuro visitate la sezione cuccioli.

I nostri gatti sono pochi e dotati di caratteristiche particolari, per selezionare il loro aspetto e il loro carattere.I birmani sono tutti vaccinati e testati Fiv e Felv e sono seguiti da un veterinario di fiducia.I gatti sono tutti selezionati con attenzione in modo da aderire allo standard del birmano e i riproduttori partecipano alle esposizioni feline per ottenere i certificati richiesti dall’Associazione Nazionale Felina Italiana (ANFI).Se sei interessato a conoscere i Birmani puoi contattarci telefonicamente al num. 3489500309 o scrivere una mail all’indirizzo odino2008@gmail.com

I cuccioli nascono in casa e crescono con gli altri gatti correttamente socializzati e abituati a stare con le persone. Oltre agli spazi di casa i gatti hanno a disposizione i terrazzi che si affacciano sul nostro giardino, dove possano, senza rischi, gustarsi l’aria aperta.